Valutazione del potenziale geotermico delle Regioni della convergenza

(VIGOR)

vigor-evidenza

Background

Il progetto VIGOR ha contribuito ad ampliare le conoscenze per lo sfruttamento della risorsa geotermica, con lo scopo di fornire informazioni utili ad avviare attività di prospezione e di utilizzo dell’energia geotermica, attraverso attività di ricognizione, analisi e studio, per la valorizzazione della geotermia sul territorio “Regioni della Convergenza” (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia).
In particolare, sono stati svolti studi per la caratterizzazione geologica e geotermica del territorio sia a scala regionale (es. mappe del potenziale di geoscambio) sia a scala di sito, per un totale di 8 aree campione (2 per ciascuna regione) nonché studi di fattibilità tecnico-economica relativi a proposte progettuali di sfruttamento dell’energia geotermica. VIGOR ha promosso l’utilizzo della risorsa geotermica, al fine di sensibilizzare sull’argomento i tecnici e la popolazione, e quindi il tessuto socio-economico e produttivo dei territori di riferimento.

Scopo

  • esaminare lo stato delle conoscenze ed uniformare le basi di dati disponibili per Calabria, Campania, Puglia e Sicilia;
  • identificare le potenziali fonti di utilizzazione dell’energia geotermica in Calabria, Campania, Puglia e Sicilia ed effettuare una valutazione geologica, strutturale e idrodinamica di queste aree;
  • fornire indicazioni e raccomandazioni per l’uso esteso delle risorse geotermiche in Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, nel contesto dell’impegno dell’Unione Europea per l’energia sostenibile, garantendo nel contempo il massimo rispetto per l’ambiente;
  • studi di fattibilità tecnica ed economica di siti pilota;
  • veicolare informazioni, conoscenze specifiche e modelli di intervento derivanti dalla realizzazione del Progetto.

Metodi

Il potenziale geotermico è stato valutato sia a scala regionale, mediante l’analisi di parametri sensibili (geologici, idrogeologici, termodinamici, climatici e vincolistici), sia locale, attraverso studi della risorsa geotermica di siti pilota scelti in Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. L’attività di ricerca ha compreso un’accurata fase di raccolta dei dati preesistenti, riguardanti i suddetti parametri sensibili. Essendo disponibili in formati diversi e a differente scala, i dati sono stati pre-elaborati e catalogati utilizzando la piattaforma Open Source GEONETWORKTM. Per i siti pilota, sono stati inoltre eseguiti rilevamenti geologici ed idrogeologici, prospezioni geofisiche e geochimiche. Sono stati infine realizzati anche quattro sondaggi esplorativi in quattro diversi siti, per profondità variabili da 300 a 1000 m dal piano campagna.

Risultati

  • Omogeneizzazione dei dati attinenti la valutazione del potenziale geotermico delle regioni di riferimento.
  • Valutazione del potenziale geotermico a scala regionale in Calabria, Campania, Puglia, e Sicilia.
  • Definizione del modello della risorsa geotermica presente nei siti pilota e proposte progettuali per il suo utilizzo.

Prodotti

  • Volantino di VIGOR
  • Brochure illustrativa VIGOR: UNA PROPOSTA DI SVILUPPO GEOTERMICO LOCALE 1° edizione Novembre 2011
  • Brochure illustrativa VIGOR: UNA PROPOSTA DI SVILUPPO GEOTERMICO LOCALE 2° edizione Settembre 2014
  • Volume VIGOR: APPLICAZIONI GEOTERMICHE PER UNO SVILUPPO SOSTENIBILE, PRODUZIONE DI CALORE ED ENERGIA ELETTRICA (ISBN: 9788879580120)
  • Volume VIGOR: PRIME INDICAZIONI TECNICO-PRESCRITTIVE IN MATERIA DI IMPIANTI DI CLIMATIZZAZIONE GEOTERMICA (ISBN: 9788879580106)
  • Volume VIGOR: SVILUPPO GEOTERMICO NELLE REGIONI DELLA CONVERGENZA (ISBN: 9788879580113)
  • MAPPE del potenziale Regionale (Calabria, Campania, Puglia, Sicilia)
  • WEBGIS – geoSDI
  • Catalogo dei Metadati
  • Produzione scientifica
  • Studi di fattibilità

Conclusioni

Il Progetto ha ribadito la possibilità di utilizzare l’energia geotermica in svariati modi, non solo per produrre energia elettrica, ma anche per il condizionamento di ambienti o in campo industriale, agroalimentare e termale-turistico. Contestualmente i risultati ottenuti hanno avvalorato come l’utilizzo delle fonti geotermiche può scaturire unicamente solo da studi multidisciplinari della risorsa geotermica.