Modellistica per la previsione delle piene in tempo-reale

Modellistica idrologica in continuo e di routing per la previsione delle piene in tempo-reale

immagine2-evidenza

Background

Le attività di progetto sono state sviluppate in quattro fasi:

  1. sviluppo ed implementazione di un Modello Idrologico Semi Distribuito in continuo (MISDc), per la stima del contenuto d’acqua del suolo e delle portate in tempo reale nel bacino dell’Alto-Medio Tevere, e di un modello di trasferimento dell’onda di piena (STAFOM-RCM) per la previsione degli idrogrammi di livello in alcune aree di interesse del bacino del Fiume Tevere;
  2. supporto per l’installazione di sensori di contenuto d’acqua nel bacino dell’Alto-Medio Tevere;
  3. analisi dati di velocità superficiale, acquisiti mediante tecniche “no-contact”, per la stima della portata;
  4. organizzazione ed omogeneizzazione delle informazioni relative alle opere di attraversamento fluviale nell’Alto-Medio Tevere.

Scopo

  1. Implementazione dei modelli MISDc e STAFOM-RCM presso il Centro Funzionale Decentrato di Protezione Civile della Regione Umbria (CFD-RU) per uso operativo in tempo reale;
  2. installazione di sensori di contenuto d’acqua nel bacino dell’Alto-Medio Tevere allo scopo di monitorare tale grandezza, fondamentale per la previsione delle piene in tempo reale;
  3. elaborazione dati di velocità superficiale acquisiti dal sensore radar presso la stazione di Monte Molino attraverso l’uso dell’approccio entropico al fine di valutare l’accuratezza della stima della portata derivata;
  4. creazione di un catalogo delle strutture di attraversamento fluviale dell’Alto-Medio Tevere.