Piernicola LOLLINO

Personale di Ricerca
Ricercatore
Responsabile Sezione Secondaria
+39 080 5929596
+39 080 5929610
p.lollino (at) ba.irpi.cnr.it
Via Amendola, 122/I 70126, Bari
Bari


Pubblicazioni su riviste ISI

Lollino P. & Andriani G.F. (2017). Role of brittle behaviour of soft calcarenites under low confinement: laboratory observations and numerical investigation. Rock Mechanics & Rock Engineering, DOI: 10.1007/s00603-017-1188-0.

Cafaro F., Cotecchia F., Santaloia F., Vitone C., Lollino P., Mitaritonna G. (2016). Landslide hazard assessment and judgment of reliability: a geomechanical approach. Bulletin of Engineering Geology and the Environment. DOI 10.1007/s10064-016-0966-3.

Lollino P., Giordan D., Allasia P. (2016). Assessment of the behaviour of an active earth-slide by means of calibration between numerical analysis and field monitoring. Bulletin of Engineering Geology and the Environment. DOI: 10.1007/s10064-016-0953-8.

De Novellis V., Castaldo R., Lollino P., Manunta M., Tizzani P. (2016). Advanced three-dimensional finite element modeling of a slow landslide through the exploitation of DInSAR measurements and in situ surveys. Remote Sensing, 8, 670, DOI: 10.3390/rs8080670.

Cotecchia F., Lollino P., Petti R. (2016). Efficacy of drainage trenches to stabilize deep slow landslides in clay slopes. Géotechnique Letters, 6 (1), 1–6, DOI: http://dx.doi.org/10.1680/jgele.15.00065.

Lollino P., Cotecchia F., Elia G., Mitaritonna G., Santaloia F. (2016). Interpretation of landslide mechanisms based on numerical modelling: two case histories. European Journal of Civil and Environmental Engineering. Vol. 20(9), 1032 – 1053. DOI: 10.1080/19648189.2014.985851.

Cotecchia F., Santaloia F., Lollino P., Vitone C., Pedone G., Bottiglieri O. (2016). From a phenomenological to a geomechanical approach to landslide hazard analysis. European Journal of Civil and Environmental Engineering. Vol. 20(9), 1004 - 1031. DOI:10.1080/19648189.2014.968744.

Catalao J., Nico G., Lollino P., Conde V., Lorusso G., Silva C. (2016). Integration of InSAR analysis and numerical modeling for the assessment of ground subsidence in the city of Lisbon, Portugal. IEEE Journal of Selected Topics in Applied Earth Observations and Remote Sensing, Vol. 9 (4), 1663-1673, DOI: 10.1109/JSTARS.2015.2428615.

Castaldo R., Tizzani P., Lollino P., Calò F., Ardizzone F., Lanari R., Guzzetti M., Manunta M. (2015). Landslide kinematical analysis through inverse numerical modelling and differential SAR interferometry. Pure and Applied Geophysics. Springer Basel. 172, 3067 – 3080. DOI 10.1007/s00024-014-1008-3.

Lollino P., Giordan D., Allasia P. (2014). The Montaguto earthflow: a back-analysis of the process of landslide propagation. Engineering Geology, 170, 66-79.

Calò F., Ardizzone F., Castaldo R., Lollino P., Tizzani P., Guzzetti F., Lanari R., Angeli M.G., Pontoni F., Manunta M. (2014). Enhanced landslide investigations through advanced DInSAR techniques: the Ivancich case study, Assisi, Italy. Remote Sensing of Environment, 142, 69-82.

Andriani G.F., Lollino P., Pagliarulo R. (2014). Rock cliff instability mechanisms and erosional processes along the Adriatic Salento coast (Southern Italy). Rendiconti online Società Geologica Italiana, 31. 10.3301/ROL.2014.140.

Lollino P., Martimucci V., Parise M. (2013). Geological survey and numerical modeling of the potential failure mechanisms of underground caves. Geosystem Engineering, 16:1, 100-112.

Polemio M. & Lollino P. (2011). Failure of infrastructure embankments induced by flooding and seepage: a neglected source of hazard. Natural Hazards and Earth Systems Sciences – NHESS, 11, 3383-3396, doi: 10.5194/nhess-11-3383-2011.

Lollino P., Santaloia F., Amorosi A. & Cotecchia F. (2011). Delayed failure of quarry slopes in stiff clays: the case of the Lucera landslide. Géotechnique, Vol. 61, N. 10, 861-874, doi: 10.1680/geot.8.P.160.

Parise M. & Lollino P. (2011). A preliminary analysis of failure mechanisms in karst and man-made underground caves in Southern Italy. Geomorphology, vol. 134, 132-143, doi: 10.1016/j.geomorph.2011.06.008.

Lollino P., Elia G., Cotecchia F., Mitaritonna G. (2010). Analysis of landslide reactivation mechanisms in Daunia clay slope by means of limit equilibrium and FEM methods. Proc. of Advances in Analysis, Modeling & Design, ASCE – Geotech. Spec. Publ., no. 199, 3155-3164.

Cotecchia F., Santaloia F., Lollino P., Vitone C., Mitaritonna G. (2010). Deterministic landslide hazard assessment at regional scale. GeoFlorida 2010 - Advances in Analysis, Modeling & Design, ASCE – Special Publication, 3130-3139.

Iovine G.G.R., Lollino P., Gariano S.L. & Terranova O.G. (2010). Coupling limit equilibrium analyses and real-time monitoring to refine a landslide surveillance system in Calabria (Southern Italy). Natural Hazards and Earth Systems Sciences - NHESS, 10, 2341 – 2354, doi: 10.5194.

Cotecchia V., De Bellis P., Lollino P., Monterisi L., Tria D. (2009). Geostructural survey and stability analysis of the calcareous cliff of Vieste (Gargano – Southern Italy). Bulletin of Engineering Geology and the Environment, 68, n. 1, 35-45.

Lollino P. & Pagliarulo R. (2008). The interplay of erosion, instability processes and cultural heritage at S. Nicola island (Tremiti archipelago, Southern Italy). Geografia Fisica e Dinamica Quaternaria, 31, n. 2.

Lollino P., Cotecchia F., Zdravkovic L., Potts D.M. (2005). Numerical analysis and monitoring of Pappadai dam. Canadian Geotechnical Journal, 42, 1631-1643.

 

Pubblicazioni in atti di conferenze nazionali ed internazionali

 

Cotecchia F., Santaloia, F., Lollino P., Vitone C., Cafaro F., Bottiglieri O. (2016). A geomechanical approach to landslide hazard assessment: the Multiscalar Method for Landslide Mitigation. VI Italian Conf. Researchers in geotech. Engineering. Procedia Engineering, 158, 452 – 457.

Lollino P., Giordan D., Allasia P., Pastor M. (2016). Analysis of the propagation of a large earthflow by SPH technique application. Proc. 12th Int. Symp. on Landslides - Experience, Theory, Practice. Naples (Italy).

Amanti M., Chiessi V., Guarino P.M., Spizzichino D., Troccoli A., Vizzini G., Fazio N.L., Lollino P., Parise M., Vennari C. (2016). Back-analysis of a large earth-slide in stiff clays induced by intense rainfalls. Proc. 12th Int. Symp. on Landslides - Experience, Theory, Practice. Naples (Italy).

Cotecchia F., Vitone C., Petti R., Soriano I., Santaloia F., Lollino P. (2016). Slow landslides in urbanised clayey slopes: an emblematic case from the south of Italy. Proc. 12th Int. Symp. on Landslides - Experience, Theory, Practice. Naples (Italy).

Luisi M., Di Santo A., Fiore A., Lepore D., Lollino P., Miccoli M.N., Parise M., Spalluto L. (2015). Modellazione numerica 3D agli elementi finiti per la valutazione delle condizioni di stabilità di cavità antropiche del territorio pugliese: il caso studio della cava ipogea di San Procopio (Barletta, Murge Settentrionali). Memorie descrittive della carta geologica d'Italia, vol. 99, ISSN: 0536-0242.

Manunta M.Castaldo R.De Novellis V.Lollino P.Tizzani P. (2015).  Integration of SBAS-DInSAR and in-situ observations for 3D numerical optimization modelling: The case study of Ivancich landslide (Assisi, Italy). Geoscience and Remote Sensing Symposium (IGARSS) - IEEE Conference Publications, pp: 1397 – 1400. DOI: 10.1109/IGARSS.2015.7326038

Ciantia M.O., Castellanza R., Di Prisco C., Lollino P., Fernandez-Merodo J.A., Frigerio G. (2015). Evaluation of the stability of underground cavities in calcarenite interacting with buildings using numerical analysis. Engineering Geology for Society and Territory. G. Lollino et al. (eds.), Springer International Publishing, Switzerland. Vol. 8, 65 – 69.

Cotecchia F., Santaloia F., Pedone G., Vitone C., Lollino P., Mitaritonna G. (2015). Diagnosis of slow landslides affecting tectonised clayey slopes (Southern Appennines). Engineering Geology for Society and Territory. G. Lollino et al. (eds.), Springer International Publishing Switzerland. Vol. 2, 1029 – 1032.

Castaldo R., Tizzani P., Lollino P., Calò F., Ardizzone F., Manunta M., Guzzetti F., Lanari R. (2015). The Ivancich active landslide process (Assisi, Central Italy) analysed via numerical modeling jointly optimzed by DInSAR and inclinometric data. Engineering Geology for Society and Territory. G. Lollino et al. (eds.), Springer International Publishing Switzerland. Vol. 2, 1513-1517.

Lollino P., Parise M., Vattano M. (2015). Some considerations on 2-D and 3-D numerical models for the assessment of the stability of underground caves. Engineering Geology for Society and Territory. G. Lollino et al. (eds.), Springer International Publishing Switzerland. Vol. 5, 585-588.

Nico G., Di Pasquale A., Corsetti M., Di Nunzio G., Pitullo A., Lollino P. (2015). Use of an advanced SAR monitoring technique to monitor old embankment dams. Engineering Geology for Society and Territory. G. Lollino et al. (eds.), Springer International Publishing Switzerland. Vol. 6, 731-737.

Vattano M., Bonamini M., Parise M., Lollino P., Di Maggio C., Madonia G. (2014). Le cave sotterranee di Marsala (Sicilia Occidentale) e i fenomeni di sprofondamento connessi. VIII Conv. Nazionale Speleologia in Cavità Artificiali, Ragusa, vol. XV, 97 – 103, ISSN 1123–9875.

Cotecchia F., Ferlisi S., Santaloia F., Vitone C., Lollino P., Pedone G., Bottiglieri O. (2014).  La diagnosi del meccanismo di frana nell’analisi del rischio. Relazione di Panel: XXV Convegno Nazionale di Geotecnica - AGI, Baveno, vol. 1, 167 – 186, ISBN 978-88-97517-03-0.

Parise M., Lollino P., Bonamini M., Di Maggio C., Madonia G., Vattano M. (2014). Analisi numerica dei processi di instabilità in cave sotterranee a Marsala (Sicilia Occidentale). 3° Workshop Internazionale “Voragini in Italia. I sinkholes e le cavità sotterranee: ricerca storica, tecniche di studio e di intervento”. Roma.

Wasowski J., Casarano D., Lollino P., Del Gaudio V., Muscillo S. (2013). Local scale seismic landslide susceptibility assessment based on historical earthquake records combined with accelerometer monitoring and ambient noise data. Earthquake-Induced Landslides, Ugai et al. eds., Springer-Verlag, DOI: 10.1007/978-3-642-32238-9_2.

Calò F., Ardizzone F., Castaldo R., Lollino P., Tizzani P., Guzzetti F., Lanari R., Manunta M. (2013). Landslide Analysis Through the Multi-Sensor SBAS-Dinsar Approach: The Case Study of Assisi, Central Italy. IGARSS 2013 Conference Proc., Melbourne (Australia).
Vattano M., Di Maggio C., Madonia G., Parise M., Lollino P., Bonamini M. (2013). Examples of anthropogenic sinkholes in Sicily and comparison with similar phenomena in Southern Italy. Proc. 13th Multidisciplinary Conference on Sinkholes and the Engineering and Environmental Impacts of Karst, Carlsbad, New Mexico (USA), Land L., Doctor D.H., Stephenson J.B. (Eds.), 263 – 271.
Lollino P., Parise M., Martimucci V. (2012). Assessment of rock stability in natural and man-made cavities. 7th - Asian Rock Mechanics Symposium – ARMS 2012, Seoul, Korea.
Palma B., Acone A., Ruocco A., Lollino P., Parise M. (2012). Geomechanical characterization of a carbonate rock mass within a tunnel in a karst setting. 7th - Asian Rock Mechanics Symposium – ARMS 2012, Seoul, Korea.
Cotecchia F., Santaloia F., Lollino P., Sorbino G., Calvello M. (2011). Keynote Lecture: Instrumentation and monitoring for the interpretation of the landslide mechanism: proposed strategy and examples of application. Proc. 2nd World Landslide Forum, Rome.
Cotecchia F., Santaloia F., Lollino P. (2011). Slow landsliding as effect of hydro-mechanical coupled processes: examples of resulting damages and mitigation strategies. Proc. 2nd Italian Workshop on Landslides. Naples.
Cotecchia F, Lollino P., Mitaritonna G., Elia G. (2011). Interventi di stabilizzazione nei pendii nell’appennino dauno: analisi dello stato esistente e proposta di criteri innovativi. XXIV Convegno Nazionale di Geotecnica - AGI, Napoli, vol. 2, 695 – 703, ISBN 978-88-97517-04-7.
Parise M. & Lollino P. (2010). Analisi numerica di processi di instabilità di cavità sotterranee e degli effetti indotti in superficie. 2° Workshop Internazionale Sinkholes. Roma, Dicembre 2009. 803 – 816.
Cotecchia F. Santaloia, F., Lollino P., Mitaritonna G., Elia G. (2009). Meccanismi di frana in pendii in argille dell’Italia Meridionale ed effetti delle precipitazioni meteoriche. 1st Italian Workshop on Landslides, Vol. 2., Napoli, Giugno 2009.
Cotecchia F., Lollino P., Santaloia F., Vitone C., Mitaritonna G. (2009). A research project for deterministic landslide risk assessment in Southern Italy: methodological approach and preliminary results. IS-GIFU 2009, Geotechnical Risk & Safety, Honjo et al. (eds), Taylor & Francis Group, London, 363-370.
Reina A. & Lollino P. (2006). Approccio integrato per lo studio delle cause del dissesto di un monumento in conci di calcarenite. Atti Convegno “Le risorse lapidee: dall’antichità ad oggi in area mediterranea”. Editors V. Badino e G. Baldassarre, 25-27 settembre 2006, 307–312.
Lollino P., Santaloia F., Amorosi A. & Cotecchia F. (2006). Numerical analysis of the behaviour of a cut slope in stiff clays by finite difference method. NUMGE 2006, Numerical Methods in Geotechnical Engineering. Schweiger Ed., 507-512.
Lollino P., Amorosi A., Santaloia F., Cotecchia F. (2005). Processi di instabilità di un versante in argille consistenti innescati da scavo. Questioni di Ingegneria Geotecnica, Scritti in onore di Arturo Pellegrino, Hevelius Ed, 525-536.
Lollino P. & Parise M. (2005). The process of upward loosening of the roof of a karst cavern in a stratified limestone mass. GEOPHYSICAL RESEARCH ABSTRACTS, vol. 7; p. 7424, ISSN: 1029-7006.
Limoni P., Lollino P. & Wasowski J. (2005). Use of electric transducers for continuous monitoring of groundwater level variations in a landslide area. Proc. 10th Italian Conf. on Sensors and Microsystems. Mignani, Falciai, Di Natale & D’Amico Ed., World Scientific.
Lollino P., Parise M. & Reina A. (2004). Numerical analysis of the behaviour of a karst cavern at Castellana-Grotte, Italy. Numerical Modeling of discrete materials in Geotechnical Engineering, Civil Engineering & Earth Science, Konietzky Ed., A.A.Balkema Publishers, 49-55.
Wasowski J., Lollino P., Limoni P., Del Gaudio V., Lollino G. & Gostelow P. (2004). Towards an integrated field and EO-based approach for monitoring peri-urban slope instability. IX International Symposium on Landslides, Rio de Janeiro.
Santaloia F., Lollino P., Amorosi A., Cotecchia F. & Parise M. (2004). Instability processes of stiff clayey slopes subjected to excavation. IX International Symposium on Landslides, Rio de Janeiro.
Amorosi A., Lollino P., Santaloia F., Cotecchia F. & Parise M (2003). Attivazione di una frana in argille consistenti indotta dalla coltivazione di una cava al piede: il caso di Lucera. International Workshop “Living with landslides: effects on structures and urban settlements. Strategies for risk reduction”, Anacapri, 11-19.
Lollino P., Cotecchia F., Zdravkovic, L., Potts D.M. (2003). Numerical analysis of the interaction between a calcarenite rockfill embankment and a stiff clay deposit. Proc. 13th Europ. Conf. Soil Mechanics and Foundation Engineering, Prague, 2003. Edt. Vanicek I., Barvinek R., Bohac J, Jettmar J., Jirasko D. & Salak J., The Czech Geotechnical Society CICE, Prague, 687-692.
Lollino G., Lollino P., Bertolini G. (2003). Analysis of the behaviour of a landslide in structurally complex soils by means of monitoring field data. International Conference on Fast Slope Movements – FSM2003, Napoli, vol. 1, 317-324, L. Picarelli Ed., Patron Editore (Torino).
Cotecchia V., Lollino P., Tafuni, N. (2002). Confronto tra i comportamenti geotecnici delle argille azzurre della provincia di Matera in due gallerie di grande diametro. Atti del IX Ciclo di Conferenze di Meccanica ed Ingegneria delle Rocce (MIR 2002), Patron Editore (Torino).
Lollino P., Cotecchia F., Zdravkovic, L., Potts D.M. (2002). Numerical analysis of the behaviour of stiff clays under a rockfill embankment. 5th NUMGE, European Conference on Numerical Methods in Geotechnical Engineering, Paris, Ponts et Chaussées Ed, 409-414.
Cotecchia V., Lollino P., Rana S., Mastromattei R. (2000). Analisi di stabilità della rupe di Fragapane nella Valle dei Templi di Agrigento. Atti del Convegno GeoBen 2000, “Condizionamenti geologici e geotecnici nella conservazione del patrimonio storico-culturale”, Torino, Lollino G. Ed.
Lollino P., Cotecchia F., Monterisi L. (1999). Comportamento di una diga in calcarenite e della sua fondazione in argille pleistoceniche in base a dati di monitoraggio. XX Convegno Nazionale di Geotecnica, Parma, Patron Editore, Bologna.
Cotecchia V., Mastromattei R., Lollino P. (1998). Analisi dei processi demolitori naturali e di taluni interventi mirati alla riduzione del rischio e al restauro monumentale delle Isole Tremiti, Atti del VI Ciclo di Conferenze di Meccanica ed Ingegneria delle Rocce (MIR 1998), Torino.

Capitoli in volumi scientifici
Cotecchia F., Santaloia F., Lollino P., Mitaritonna G. e Vitone C. Applicazione delle Linee Guida del JTC-1 secondo un approccio multi-scalare. Criteri di zonazione della suscettibilità e della pericolosità da frane innescate da eventi estremi (piogge e sisma). Editor: L. Cascini. 2012.
Lollino P., Mitaritonna G., Vitone C., Cotecchia F. e Santaloia F. Applicazione dei metodi avanzati di zonazione del rischio da frana al fronte appenninico apulo-lucano: analisi di II livello della metodologia multi-scalare. Criteri di zonazione della suscettibilità e della pericolosità da frane innescate da eventi estremi (piogge e sisma). Editor: L. Cascini. 2012.
Sorbino G., Cotecchia F., Lollino P. e Santaloia F. La zonazione a grande scala: gli effetti delle piogge sull’innesco e sull’attivazione delle frane. Criteri di zonazione della suscettibilità e della pericolosità da frane innescate da eventi estremi (piogge e sisma). Editor: L. Cascini. 2012.
Lollino P., Cotecchia F., Mitaritonna G., Vitone C. e Santaloia F. Pendii argillosi: effetti della pioggia sull’attivazione dei movimenti di massa. Applicazione dei metodi avanzati di zonazione del rischio da frana al fronte appenninico apulo-lucano: analisi di III livello. Criteri di zonazione della suscettibilità e della pericolosità da frane innescate da eventi estremi (piogge e sisma). Editor: L. Cascini. 2012.

 

 


Settori di attività:

  • Analisi numeriche per lo studio del comportamento tenso-deformativo dei pendii naturali ed artificiali e dei processi di instabilità del terreno (Metodo degli Elementi Finiti, Metodo delle Differenze Finite) – analisi dell’evoluzione cinematica di frane attive;
  • Applicazione di metodi analitici e numerici per lo studio dei processi di propagazione di frane tipo “colata”;
  • Analisi ed interpretazione del comportamento a scala reale dei versanti, ed in generale dei depositi di terreni naturali, mediante dati acquisiti con strumenti di monitoraggio in sito;
  • Analisi numeriche delle condizioni di stabilità di versanti in roccia e di cavità, antropiche e naturali, in ammassi rocciosi e studio dei processi di evoluzione che conducono alle condizioni di collasso (Metodo degli Elementi Distinti, Metodo degli Elementi Finiti).



 

Curriculum Vitae:

  • 2014: Convener della sessione scientifica NH3.13 “Numerical modeling of failure processes of geomaterials and geostructures” nell’ambito della tematica “Natural hazards” presso il Meeting Annuale EGU2014 (European Geosciences Union) - Vienna (Austria).
  • 2013: Vincitore di una borsa per soggiorno estero finanziata dal CNR (Short-Term Mobility) per svolgere ricerca presso l’Universidad Politecnica de Madrid (Spagna), in collaborazione con il Prof. Manuel Pastor, sulla modellazione dei processi di propagazione delle colate di terra (earthflow).
  • 2013: Responsabile per il CNR-IRPI, insieme al Dr. M. Parise, della Convenzione tra il Comune di Grottaglie (TA) ed il CNR-IRPI per lo studio delle condizioni di stabilità delle pareti della cava a cielo aperto in località “Fantiano” a Grottaglie.
  • 2013: Convener della sessione scientifica NH3.13 “Numerical modeling of failure processes of geomaterials and geostructures” nell’ambito della tematica “Natural hazards” presso il Meeting Annuale EGU2013 (European Geosciences Union) -  Vienna (Austria).
  • Dal 2013: partecipazione al Progetto Europeo LAMPRE (LAndslide Modelling and tools for vulnerability assessment Preparedness and Recovery Management), Coordinatore: Dr. Fausto Guzzetti (CNR – IRPI), nell’ambito del quale è responsabile del Work Task 5.5: Production of events surface deformation maps based on FEM modeling.
  • 2011 – 2012: Responsabile per il CNR-IRPI della Convenzione tra il Comune di Turi (BA), il Politecnico di Bari ed il CNR-IRPI per lo studio delle condizioni di stabilità dell’edificio scolastico di Via Ginestre a Turi in relazione alla presenza di cavità sotterranee.
  • 2011 – 2012: Responsabile dell’unità CNR-IRPI nell’ambito del Progetto EU “DESIRE” (Desertification and Remediation of Land) – 2007/2012 – VI PQ per lo studio del rischio di erosione e desertificazione in area campione dell’Italia meridionale.
  • 2011 – 2012: Responsabile scientifico di un assegno di ricerca su “Modellazione numerica di deformazioni della superficie topografica misurate con tecnologia DInSAR”, in collaborazione con CNR – IREA.
  • Dal 2010: Partecipazione al gruppo di lavoro del CNR-IRPI nell’ambito delle attività di monitoraggio della fase di riattivazione della frana di Montaguto (AV) a supporto del Dipartimento Protezione Civile Nazionale.
  • 2009 – 2010: responsabile scientifico di un assegno di ricerca su “Analisi ed interpretazione su base quantitativa di meccanismi di frana” nell’ambito del Progetto Strategico n. 119 – Regione Puglia “Valutazione del rischio da frana in aree di catena: il caso della Daunia”.
  • Dal 2009: responsabile scientifico del Laboratorio di Geomeccanica del CNR-IRPI di Bari
  • 2008 - 2010: partecipazione al progetto PRIN – “Analisi e zonazione della suscettibilità e pericolosità da frane innescate da eventi estremi”, coordinatore: Prof. L. Cascini (Università di Salerno).
  • 2007 - 2010: partecipazione al progetto strategico finanziato dalla Regione Puglia - PST n. 119, “Valutazione del rischio da frana in aree di catena: il caso della Daunia”
  • 2007 – 2012: partecipazione al Progetto “DESIRE” (Desertification mitigation and remediation of land) finanziato dalla Comunità Europea (VI PQ) per lo studio del rischio di erosione e desertificazione in area campione dell’Italia meridionale.
  • 2006 - 2007: partecipazione al progetto PRIN – “Monitoraggio e valutazione della sicurezza nelle dighe in terra e negli argini fluviali”, coordinatore: Prof. A. Desideri (Università di Roma – La Sapienza).
  • 2003: esperto per conto della Protezione Civile - G.N.D.C.I. (Gruppo Nazionale Difesa Catastrofi Idrogeologiche) per sopralluoghi su siti franosi del Subappennino Dauno (Puglia) colpiti dagli eventi meteorici estremi del 23-26 gennaio 2003.
  • 2002 - 2005: partecipazione al Progetto di ricerca “LEWIS” (Landslide Early Warning Integrated System), finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del V Programma Quadro.
  • 2002 – 2004: partecipazione al Progetto GNDCI linea 2/frane, U.O. 2.32, dal titolo “Scenari evolutivi e modellazione geotecnica di versanti in frana prossimi ad insediamenti urbani”.
  • 2001 - 2003: partecipazione al Progetto MIUR dal titolo “Convivere con le frane: effetti su infrastrutture e insediamenti urbani. Strategie di intervento per la mitigazione del rischio”.
  • 2001: vincitore di concorso pubblico per ricercatore CNR a tempo indeterminato - in servizio presso l’Istituto di Ricerche per la Protezione Idrogeologica (IRPI) - Sezione di Bari.
  • 1998 - 2000: partecipazione al Progetto MURST dal titolo “Deformazioni gravitative di versante e criteri di intervento per la mitigazione del rischio”.
  • 2000: Ph.D. – Dottorato di ricerca in Ingegneria Geotecnica, Università di Ancona e Politecnico di Bari, con tesi sul comportamento dei rilevati in terra fondati su depositi di argille consistenti.
  • 1998 – 2000: periodi di soggiorno di diversi mesi presso la Sezione di Soil Mechanics dell’Imperial College di Londra, nel corso dei quali ha collaborato con il Prof. D. Potts, docente di Analytical Soil Mechanics, per sviluppare analisi agli elementi finiti del comportamento di ammassi di argille consistenti e dei relativi processi di interazione con i rilevati in terra.
  • 1997: Laurea in Ingegneria Civile presso il Politecnico di Bari, con tesi in meccanica delle rocce sulla deformabilità degli ammassi rocciosi fessurati.
  • Socio AGI (Associazione Geotecnica Italiana) e IAEG (International Association of Engineering Geology) - Sezione Italiana.
  • Revisore per le seguenti riviste internazionali ISI:

- Computers & Geosciences
- Quarterly Journal of Engineering Geology and Hydrogeology
- Natural Hazards & Earth System Sciences - NHESS
- Engineering Geology
- Environmental Earth Sciences
- Natural Hazards

 

Attività di formazione e docenza:

  • 2012 – 2013: Docente a contratto del corso di “Geologia Tecnica” del CdL Triennale in Scienze Geologiche e Geofisiche – Facoltà di Scienze MM-FF-NN dell’Università degli Studi di Bari.
  • Da Gennaio 2012 : cultore della materia in “Meccanica delle Rocce e delle Terre” presso il Dipartimento di Geologia e Geofisica dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”.
  • 2010: Docente presso il Corso di Formazione Specialistico post-lauream promosso nell’ambito del Progetto Strategico PS_119 “Analisi ed interpretazione dei meccanismi di frane lente e del connesso danno alle strutture coinvolte per la valutazione del rischio da frana”.
  • 2010 – 2011: Docente a contratto del corso di “Meccanica delle Rocce e delle Terre” del CdL Magistrale in Scienze Geologiche e Geofisiche – Facoltà di Scienze MM-FF-NN dell’Università degli Studi di Bari, nonché relatore di Tesi di Laurea Specialistica.
  • 2008 – 2009: Docente a contratto del corso di “Complementi di geotecnica” del CdL specialistico in Ingegneria Edile della I Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Bari.
  • 2006-2007: Docente a contratto del corso di “Stabilità dei pendii” del Corso di Laurea in Ingegneria per l’Ambiente ed il Territorio della II Facoltà di Ingegneria del Politecnico di Bari.
  • Dal 2005: correlatore in numerose tesi di laurea in Ingegneria Civile ed Ingegneria dell’Ambiente e del Territorio del Politecnico di Bari, su tematiche inerenti la stabilità dei pendii in terra ed in roccia.
  • 2001 - 2010: collaborazione alla didattica del corso di “Stabilità dei pendii” del Corso di Laurea in Ingegneria Civile del Politecnico di Bari.
  • 2004: tutor per il modulo “Risk Assessment in Geotechnical Engineering” nell’ambito del Master Internazionale in “Environmental Policy and Management”, organizzato dal Politecnico di Bari ed INSA di Lione (Francia).