Studio della frana del Mont de La Saxe

Studio e monitoraggio del fenomeno franoso del Mont de La Saxe nel Comune di Courmayeur (AO)

monitoraggio mt de la saxe visione frontale

Background

La frana del Mont de La Saxe interessa il versante sudoccidentale del Mont de La Saxe nel Comune di Courmayeur, Valle d’Aosta. Questa frana allo stato attuale può essere considerata uno dei fenomeni franosi attivi più critici dell’arco alpino italiano. La massa instabile è stimata in più di otto milioni di metri cubi e i beni potenzialmente a rischio sono i centri abitati di Èntreves e La Palud e l’accesso autostradale al tunnel del collegamento internazionale del Monte Bianco.

Scopo

Dal 2009 esiste una rete di monitoraggio del fenomeno franoso che è stata progressivamente ampliata e potenziata. A partire dal 2012, il CNR IRPI ha avuto l’incarico di analizzare i dati pregressi e di definire un modello cinematico del fenomeno. Dal 2013 è stato affidato al CNR IRPI il ruolo di supporto del Servizio Geologico della Valle d’Aosta per la gestione della rete di monitoraggio e del sistema di early warning.

Metodi

I dati di monitoraggio sono stati caricati all’interno del sistema ADVICE (ADVanced dIsplaCement monitoring system for Early warning). Il sistema è in grado di gestire reti di monitoraggio multistrumentali e di controllare l’eventuale superamento di soglie di deformazione. Utilizzando l’applicativo 3DA sono state prodotte delle mappe di deformazione e tutti i dati della rete di monitoraggio sono stati caricati sulla piattaforma web dedicata del sito: http://gmg.irpi.cnr.it
A supporto dello studio sono inoltre stati realizzati rilevamenti mediante LiDAR terrestre ed elitrasportato.

Risultati

Le attività poste in essere hanno permesso di supportare il Servizio Geologico della regione Autonoma Valle d’Aosta nell’interpretazione del fenomeno franoso e nella gestione delle fasi emergenziali più acute. Il sistema di divulgazione dei dati di monitoraggio basato sulla piattaforma web e sull’emissione di bollettini periodici ha consentito un più agevole ed efficace accesso al dato da parte delle persone addette alla gestione della fase emergenziale ed è stato utilizzato come supporto alla decisione.

Prodotti

Le attività di studio e di monitoraggio della frana hanno da un lato permesso di aumentare il grado di conoscenza del fenomeno gravitativo e dall’altro di sviluppare una piattaforma di gestione e divulgazione multilivello di reti di monitoraggio multi-strumentale. La piattaforma web è in grado in near real time di gestire un sistema di soglie di allerta e di pubblicare una serie di grafici e di mappe di deformazione. Sono inoltre stati messi a punto due distinte tipologie di bollettini periodici con diversi livelli di dettaglio che corrispondono ad una precisa strategia di divulgazione dei dati di monitoraggio.

Conclusioni

Il progetto ha previsto una fase di supporto tecnico scientifico alla Regione Valle d’Aosta per la comprensione e gestione del fenomeno franoso e lo sviluppo di una strategia di gestione e divulgazione del dato di monitoraggio attraverso una piattaforma web e l’emissione di bollettini periodici. Il sistema è stato in grado di supportare l’emergenza del 2014 e potrà essere esportato in altri contesti analoghi.