Metodologie integrate multi-scala per la zonazione della pericolosità da frana sismoindotta in Italia

(FRA.SI)

project-frasi-2020-evidenza

Scopo

La ricerca ha l’obiettivo di definire un quadro metodologico univoco e coerente per la valutazione e la zonazione della pericolosità da frane sismo-indotte, a differenti scale geografiche, temporali e organizzative. Per raggiungere l’obiettivo, il progetto opera alla scala temporale del pre-evento, tipica della pianificazione territoriale e della difesa del suolo e misurabile in anni e decenni, e alla scala del tempo reale di protezione civile, misurabile in periodi che vanno da poche ore a qualche mese.

Metodi

Le metodologie riguardano (a) la zonazione sinottica della pericolosità da frana simo-indotta in Italia; (b) la zonazione e la quantificazione della pericolosità da frana sismo-indotta a scala regionale; (c) la quantificazione della pericolosità di frane profonde singole in fase sismica; (d) l’individuazione e la modellazione geologico-tecnica di movimenti franosi co-sismici profondi a partire da analisi advanced DInSAR da satellite post-sismiche

Risultati

La ricerca è mirata alla definizione di un quadro metodologico univoco e coerente per la valutazione e la zonazione della pericolosità da frane sismo-indotte, a differenti scale geografiche, temporali e organizzative.

Prodotti

L’applicazione a casi di studio reali delle metodologie proposte porterà alla realizzazione dei seguenti prodotti:

  1. Una zonazione sinottica esperta della pericolosità da frana sismo-indotta in Italia.
  2. Insiemi di zonazioni della pericolosità da frana sismo-indotta a scala regionale per aree storicamente interessate da terremoti, e zonazioni della pericolosità da frana sismoindotta per terremoti recenti che hanno generato frane.
  3. I risultati della quantificazione probabilistica del numero e del volume totale delle frane sismo-indotte generate dal set di terremoti storici considerati.
  4. Mappe di deformazioni co-sismiche dovute a fenomeni di dissesto