Campagne di misura Ground Based SAR per il monitoraggio di frane e ghiacciai

news-200x200

Nell’ambito delle attività di ricerca congiunte tra il Geohazard Monitoring Group, il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Pavia ed il Centro di Tecnologia e Telecomunicazioni della Catalonia (CTTC), sono state eseguite una serie di campagne di rilevamento Ground-Based Synthetic Aperture Radar (GB-SAR) su ghiacciai ed aree in frana.

Nello specifico, sono state eseguite due campagne di rilevamento del ghiacciaio di Planpincieux (massiccio delle Grandes Jorasses – Monte Bianco), che è oggetto di uno specifico progetto di ricerca GMG. La prima campagna è stata effettuata nei mesi di settembre – ottobre 2015 con strumentazione IDSTM, mentre la seconda è stata ripetuta nel mese di giugno 2016 con una strumentazione di ultima generazione prodotta da MetaSensingTM. La disponibilità di dataset provenienti da due GB-SAR differenti permetterà di valutare i pregi e le limitazioni di questi sistemi in un ambito molto complesso come quello glaciale.

Nel mese di aprile 2016 è stata inoltre avviata una campagna di lungo periodo per il rafforzamento della rete di monitoraggio della Frana del Gollone (comune di Acceglio, CN)  mendiante l’installazione di un GB-SAR IDSTM. La frana è attualmente oggetto di un progetto di ricerca GMG finalizzato allo studio dell’evoluzione del fenomeno franoso utilizzando una stazione totale robotizzata. La geometria e la complessa dinamica che caratterizzano questo fenomeno franoso hanno portato alla conclusione che un utilizzo combinato di stazione totale e GBSAR potesse rappresentare un valore aggiunto importante per la comprensione della frana e per l’analisi degli effetti dell’atmosfera sulle misure GB-SAR.

In questa foto, il monitoraggio del ghiacciaio di Planpincieux (AO) con GB SAR Metasensing .
news-Planpincieux-Glacier

In questa seconda foto si osserva il monitoraggio della frana del Gollone (CN) con GB SAR IDS.
news-Gollone-landslide

Daniele Giordan