Metodologia e strumenti per la raccolta dati e l’analisi dei processi torrentizi che interessano le aree di conoide nella Regione Veneto

Cavalli M., Crema S., Viero A., Arziliero L., Marchi L., 2017, Metodologia e strumenti per la raccolta dati e l’analisi dei processi torrentizi che interessano le aree di conoide nella Regione Veneto, 12 Convegno GIT - Geology and Information Technology, Gavorrano (GR), 12-14/06/2017,
URL: http://www.cnr.it/prodotto/i/373400

Il presente studio nasce dall'esigenza degli uffici della Regione Veneto di predisporre una procedura finalizzata alla valutazione della pericolosità sui conoidi alluvionali classificati come zone d'attenzione nei PAI Piave, Brenta-Bacchiglione e Livenza. Al fine di individuare un percorso oggettivo per la valutazione della pericolosità sono state identificate e proposte metodologie di raccolta dati e di analisi atte ad individuare la tipologia del processo da investigare distinguendo, in particolare, tra colate detritiche e piene con trasporto solido, essendo questa distinzione di fondamentale importanza al fine di orientare le successive analisi. Nell'ambito dello studio sono stati sviluppati due strumenti per condurre e facilitare la raccolta dati del sistema bacino-conoide: i) una scheda, in formato digitale editabile, strutturata in diverse sezioni per la raccolta di una serie di informazioni che concorrono a caratterizzare oggettivamente la morfologia, la genesi, i processi attualmente attivi e lo stato di funzionamento del sistema bacino-conoide; ii) un database geografico delle aree di conoide che integra le informazioni riportate nelle schede e la documentazione su eventi storici reperita da diverse fonti documentarie. Nell'ambito della procedura per la valutazione della pericolosità sono stati sviluppati diversi software liberamente disponibili per l'identificazione lungo il reticolo idrografico delle aree di potenziale innesco, rallentamento e deposito di colate detritiche e per il calcolo della distanza di arresto delle colate detritiche finalizzato all'assegnazione di una priorità d'indagine dei conoidi. Questi applicativi costituiscono un prezioso ausilio per condurre le analisi previste dalla procedura sviluppata. Il presente contributo presenta inoltre i risultati delle analisi in tre aree test situate nelle province di Vicenza, Treviso e Belluno.

Dati tratti da https://intranet.cnr.it/people/