La caratterizzazione dell’acquifero interessato da un campo prove per lo studio sperimentale di fenomeni idrodispersivi in mezzi porosi

Troisi S., Fallico C., Maiolo M., Coscarelli R., 1995, La caratterizzazione dell’acquifero interessato da un campo prove per lo studio sperimentale di fenomeni idrodispersivi in mezzi porosi, Quaderni di geologia applicata Suppl. n. 1 (1995): 1.42–1.53.,
URL: http://www.cnr.it/prodotto/i/232085

Nei pressi del Dipartimento di Difesa del Suolo dell'Università della Calabria è stato realizzato un campo prove per lo studio sperimentale dei fenomeni di trasporto di inquinanti in un acquifero poroso. Il sito interessato dal campo prove è stato caratterizzato da un punto di vista idrogeologico al fine di pervenire ad una corretta modellizzazione delle caratteristiche strutturali e di flusso. Dopo un inquadramento geologico, per il quale si è fatto riferimento alla cartografia ufficiale, per la individuazione dell'acquifero, si sono integrate le informazioni puntuali, ricavate da una stratigrafia ricostruita durante la perforazione dei pozzi, con quelle spaziali ottenute mediante prospezioni geoelettriche, con il metodo dei sondaggi elettrici verticali, e geofisiche, con il metodo microsismico a riflessione ad alta risoluzione. La taratura dei dati sismici ed elettrici per la determinazione dei parametri idrogeologici, oltre che con le procedure caratteristiche dei relativi metodi, è stata effettuata anche sulla base di informazioni stratigrafiche dirette. Dopo aver descritto le tecnologie adoperate per l'acquisizione delle suddette informazioni e i risultati ottenuti viene schematizzata la caratterizzazione dell'acquifero.

Dati tratti da https://intranet.cnr.it/people/