Sino-Italian Joint Laboratory on Geological and Hydrological Hazards

evidenza-sino-italian-joint-laboratory

Background

Italia e Cina sono caratterizzati da estese aree montuose dove i rischi naturali (e.g., frane, debris flow, alluvioni improvvise) sono molto diffusi e minacciano seriamente la società. Circa il 67% del territorio cinese e il 76% di quello italiano è considerato montuoso e le più giovani catene montuose del continente euroasiatico (Alpi e Tibet) sono caratterizzate da una tettonica estremamente attiva e da rilievi ripidi ed estesi. L’Institute of Mountain Hazards and Environment (IMHE), dell’Accademia delle Scienze Cinese (CAS) e l’Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica (IRPI) del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) godono di una affermata reputazione a livello mondiale per quanto riguarda gli studi sui rischi naturali e la loro mitigazione e dal 2004 intrattengono proficui scambi scientifici ed accademici. Inoltre un programma bilaterale di ricerca è attivo dal 2014. Su questa base, al fine di migliorare la cooperazione tra i due paesi, si è deciso di formalizzare l’istituzione di un laboratorio congiunto.

Scopo

Il laboratorio congiunto dovrebbe rappresentare una piattaforma di cooperazione per scienziati cinesi ed italiani al fine di migliorare le ricerche comuni nel settore di rischi naturali in aree montane, e trasferire poi i risultati alla società civile per aumentarne la consapevolezza e, di conseguenza, la resilienza.