La Ricerca ITaliana per il MARE

(RITMARE)

ritmare-evidenza

Background

Il gruppo marittimo nazionale rappresenta per l’Italia un importante settore economico: contribuisce al 2,6% del Pil nazionale, all’11% della produzione nella branca dei trasporti, e utilizza quasi l’1% delle unità di lavoro rilevate nel Paese, quota che raggiunge il 2%, per un totale di circa 480.000 addetti (Cluster marittimo e sviluppo in Italia e nelle regioni – CENSIS – Settembre 2011). Nello scenario europeo basterà ricordare che l’Italia mantiene il 1° posto in Europa per importazioni via mare (185,4 milioni di tonnellate di merci), ed è al 3° per esportazioni (47 milioni). Nel traffico passeggeri infine, l’Italia è al primo posto con 6,7 milioni di persone come base e destinazione delle crociere.

RITMARE si prefigge di raggiungere l’integrazione tra le politiche marittime e marine tramite un programma nazionale pluriennale di ricerca scientifica e tecnologica per il mare. Il progetto è aperto alla più ampia partecipazione di enti pubblici e privati e coniuga protezione e sfruttamento delle risorse marine, sviluppa tecnologia ed innovazione promuovendone la conoscenza ed il rispetto. Attraverso il progetto RITMARE sarà rafforzata la collaborazione tra Ricerca e Industria italiana in due direzioni complementari: portare la ricerca a rispondere alle grandi domande poste dall’industria e portare quest’ultima a contribuire ad un rilancio delle tecnologie a disposizione della ricerca marina. Il progetto è articolato in 7 sotto progetti:

  1. Tecnologie Marittime
  2. Tecnologie per la Pesca Sostenibile
  3. Pianificazione dello Spazio Marittimo nella Fascia Costiera
  4. Pianificazione dell’Ambiente Marino Profondo e di Mare Aperto
  5. Sistema Osservativo dell’Ambiente Marino Mediterraneo
  6. Strutture di Ricerca, Formazione e Divulgazione
  7. Infrastruttura interoperabile per la Rete Osservativa e i dati marini

Scopo

Supportare politiche integrate per la salvaguardia dell’ambiente (la salute del mare); permettere uno sfruttamento sostenibile delle risorse (il mare come sistema di produzione); avviare una strategia di prevenzione e mitigazione degli impatti naturali (il mare come fattore di rischio).

Risultati

RITMARE si prefigge di raggiungere l’integrazione tra le politiche marittime e marine tramite un programma nazionale pluriennale di ricerca scientifica e tecnologica per il mare. Il progetto è aperto alla più ampia partecipazione di attori pubblici e privati e coniuga protezione e sfruttamento delle risorse marine, sviluppa tecnologia ed innovazione promuovendone la conoscenza ed il rispetto.
Risultati e obiettivi attesi del progetto sono i seguenti:

  • supportare politiche integrate per la salvaguardia dell’ambiente (la salute del mare);
  • permettere uno sfruttamento sostenibile delle risorse (il mare come sistema di produzione);
  • avviare una strategia di prevenzione e mitigazione degli impatti naturali (il mare come fattore di rischio).
  • rafforzare la collaborazione tra Ricerca e Industria italiana in due direzioni complementari: portare la ricerca a rispondere alle grandi domande poste dall’industria e portare quest’ultima a contribuire ad un rilancio delle tecnologie a disposizione della ricerca marina, anche attraverso la costruzione di un Dimostratore Navale all’avanguardia;
  • incentivare la partecipazione italiana a progetti ed iniziative europee, anche con la finalità di aumentare le posizioni di coordinamento e di promuovere la partecipazione a programmi congiunti (es. JPI) dove l’effetto moltiplicatore della messa in campo di risorse è chiaramente regolato;
  • aumentare le sinergie tra gli Enti di Ricerca e Consorzi Universitari che si occupano di ricerche marine, facendo emergere le eccellenze e stimolando le collaborazioni.