Rischi glaciali nelle Alpi occidentali

(GlaRiskAlp)

Glariskalp_figura-618x600-evidenza

Background

Il progetto è inserito nel Programma Operativo di cooperazione territoriale europea transfrontaliera “Alcotra 2007-2013″. Riunisce competenze scientifiche specialistiche italiane e francesi che si occupano di studiare la montagna e le sue pericolosità. Si articola in una parte di studi condotti sull’intero arco alpino occidentale e in azioni condotte sui siti-pilota individuati dal progetto.

Scopo

Il progetto è stato finalizzato a migliorare la gestione dei rischi in ambito alpino e in particolare per dare risposte pratiche e teorico-applicative ai rischi conseguenti alla riduzione della massa e della superficie dei ghiacciai nelle Alpi occidentali. L’acquisizione di un livello più approfondito di conoscenza di tali fenomeni è fondamentale per una pianificazione responsabile del territorio.

Metodi

Sono stati effettuati: uno studio fotointerpretativo per ubicare e quantificare le aree glacializzate ed effettuare una cartografia geomorfologica delle aree di recente deglacializzazione; una classificazione delle tipologie di pericolo; un’applicazione di metodi semi-automatici per la determinazione della propensione all’instabilità; analisi dirette e monitoraggio in siti pilota.

Risultati

Le ricerche effettuate hanno portato ad una più approfondita valutazione degli effetti dei cambiamenti climatici nelle Alpi occidentali in relazione ai pericoli di origine glaciale e periglaciale. La collaborazione di esperti di diversa provenienza scientifica a territoriale e il facile accesso ai risultati del progetto possono facilitare la sinergia nella gestione dei territori transfrontalieri

Prodotti

Sono stati prodotti: un catasto dei ghiacciai delle Alpi occidentali; una cartografia geomorfologica dei settori glacializzati nella PEG; una classificazione delle tipologie di pericoli; una zonazione in funzione della predisposizione alla pericolosità e la comprensione dei meccanismi d’instabilità nei 5 siti pilota monitorati.

Conclusioni

Attraverso un approccio multidisciplinare è stato possibile analizzare la complessità dei pericoli di origine glaciale e periglaciale e chiarire i punti chiave per una valutazione del rischio. L’avere acquisito una più approfondita conoscenza delle dinamiche glaciali degli ultimi 150 anni è fondamentale per una pianificazione del territorio ragionata e per una migliore gestione dei rischi.