Mappatura, Modellazione e Previsione Multiscala dei RIschi GEo-idroLogici

Sviluppare nuove conoscenze sui rischi geo-idrologici per mitigare il rischio e contribuire ad una pianificazione efficace e sostenibile (M3RIGEL)

progetti-m3rigel-evidenza-

Background

L’Italia ha una tradizione di ricerca scientifica e sviluppo tecnologico sui fenomeni naturali calamitosi in generale, e sul dissesto e la protezione geo-idrologica in particolare. Nel CNR, i Progetti Finalizzati Conservazione del Suolo e Geodinamica (negli anni ’70 e ’80), e il GNDCI – Gruppo Nazionale per la Difesa dalle Catastrofi Idrogeologiche (anni ’80 e ’90), hanno contribuito all’avanzamento delle conoscenze sui fenomeni di frana, d’inondazione, d’erosione e di siccità, alla tutela e alla valorizzazione delle risorse idriche, ed alla definizione di strategie per la mitigazione dei rischi.

M3RIGELMappatura, Modellazione e Previsione Multiscala di RIschi GEo-idroLogici prosegue le attività di ricerca scientifica e sviluppo tecnologico sui rischi geo-idrologici. Il personale costituito da ricercatori e tecnici che partecipa al progetto M3RIGEL, ha competenze multi-disciplinari utili allo studio dei fenomeni e dei processi geo-idrologici, alla stima della pericolosità, della vulnerabilità e del rischio, e alla valutazione degli effetti delle variazioni climatiche e di uso del suolo sui rischi geo-idrologici, a diverse scale spaziali e temporali.

Scopo

L’obbiettivo del progetto M3RIGELMappatura, Modellazione e Previsione Multiscala di RIschi GEo-idroLogici, è quello di integrare ed assimilare i risultati e le attività condotte nell’ambito di progetti di ricerca e sviluppo, e di svolgere nuove attività multi- ed inter-disciplinari per lo crescita delle conoscenze sui fenomeni e i processi geo-idrologici, in particolare le frane, e sui rischi posti dagli eventi geo-idrologici alla popolazione e all’ambiente.

L’attività di ricerca svolta nell’ambito di M3RIGEL si colloca in un quadro concettuale comune per l’analisi di diversi rischi naturali in Italia, in Europa e nell’area mediterranea. Tenuto conto che il rischio dipende dall’interazione fra fenomeni (naturali ed antropici) e sistemi (sostanzialmente antropici), gli obbiettivi di M3RIGEL sono:

  • Lo studio dei fenomeni e dei processi geo-idrologici potenzialmente calamitosi;
  • L’analisi delle relazioni fra assetto geologico e franosità;
  • La valutazione e la zonazione della suscettibilità e della pericolosità da frana a diverse scale spaziali;e temporali, e in differenti ambienti fisiografici e climatici;
  • La stima della vulnerabilità degli elementi a rischio, e la definizione dei livelli di rischio per la popolazione, i beni e le risorse economiche e ambientali;
  • L’analisi degli effetti dei cambiamenti climatici e ambientali sulla franosità.

Metodi

Le attività di ricerca e sviluppo multi-disciplinari condotte nell’ambito del progetto M3RIGEL utilizzano una varietà di strumenti, metodi e strategie, fra i quali:

  • Interpretazione visiva di fotografie aree stereoscopiche e rilevamenti di campagna, per la produzione di cartografie geologiche e geomorfologiche;
  • Analisi automatiche e semi-automatiche di immagini satellitari ottiche e SAR per la produzione di cartografie delle frane d’evento;
  • Software e modelli numerici per la modellazione della suscettibilità, pericolosità e rischio geo-idrologico;
  • Sistemi software per la raccolta, lo stoccaggio, la gestione e l’elaborazione di dati ed informazioni su eventi geo-idrologici storici;
  • Sviluppo di procedure e software specifici per la definizione di eventi di pioggia, per la stima delle condizioni pluviometriche che innescano frane, e per la validazione di sistemi previsionali;
  • Sviluppo di strategie e strumenti multimediali per la disseminazioni di informazioni sul rischio geo-idrologico.

M3RIGEL utilizza software Open Source (GRASS GIS, QGIS, PostGIS, MapServer, GeoServer, GeoNetwork, OpenLayers, GeoEXT, R) e commerciali (ARCGIS, SPSS, Adobe Illustrator e Photoshop) per la gestione di banche dati e informazioni territoriali, la realizzazione di modelli e cartografie, per lo sviluppo di procedure web-based, e per la disseminazione dell’informazione.

Risultati

M3RIGEL intende contribuire a far avanzare le conoscenze sui rischi geo-idrologici e per la definizione di strategie per la mitigazione dei rischi efficaci e sostenibili. In dettaglio, i risultati attesi includono:

  • Sistemi e strumenti per la mappatura dalle frane in differenti ambienti climatici e morfologici attraverso l’utilizzo di tecniche tradizionali (foto-interpretazione) e innovative (procedure automatiche e semi-automatiche basate sull’analisi di immagini satellitari);
  • Analisi delle relazioni locali e regionali fra l’assetto geologico e la franosità, in differenti ambienti geologici e tettonici;
  • Analisi dell’impatto dei cambiamenti climatici e ambientali sulla franosità, in Italia;
  • Modelli, zonazioni e mappe della suscettibilità e della pericolosità da frana, attraverso l’impiego di analisi statistiche multivariate e tecnologie GIS;
  • Cataloghi di informazioni storiche e di archivio su frane ed inondazioni in Italia;
  • Modelli per la valutazione quantitativa dei livelli di rischio da frana e da inondazione cui è soggetta la popolazione italiana;
  • Criteri per l’utilizzo e l’integrazione di mappe, zonazioni e modelli di suscettibilità, pericolosità e rischio nella pianificazione territoriale e urbanistica;
  • Diffusione di dati ed informazioni su frane ed inondazioni, e le loro conseguenze sulla popolazione, in Italia.

Prodotti

Fra i prodotti attesi dal progetto M3RIGEL vi sono:

  • Mappe delle frane, d’evento, geomorfologiche e multi-temporali;
  • Sistemi innovativi per la produzione di mappe dalle frane con tecniche tradizionali e procedure automatiche e semi-automaticche;
  • Identificazione delle relazioni locali e regionali fra l’assetto geologico e la franosità, in differenti ambienti geologici e tettonici;
  • Valutazione dell’impatto dei cambiamenti climatici e ambientali sulla franosità, in Italia;
  • Modelli, zonazioni e mappe della suscettibilità e della pericolosità da frana, a diverse scale e in differenti ambiti fisiografici e climatici;
  • Cataloghi d’informazioni su frane ed inondazioni storiche in Italia;
  • Stime dei livelli di rischio da frana e da inondazione per la popolazione italiana;
  • Linee guida per il corretto utilizzo di mappe e zonazioni della suscettibilità, pericolosità e rischio geo-idrologico, per la pianificazione territoriale e urbanistica;
  • Procedure web per l’elaborazione e la pubblicazione di dati ed informazioni su frane ed inondazioni, e le loro conseguenze.

Conclusioni

In Italia, i fenomeni geo-idrologici sono diffusi ed endemici, e pongono problemi d’interesse scientifico e di rilevanza sociale ed economica. Con M3RIGELMappatura, Modellazione e Previsione Multiscala di RIschi GEo-idroLogici intendiamo contribuire a far avanzare le conoscenze sul rischio geo-idrologico e per la definizione di strategie per la mitigazione dei rischi efficaci e sostenibili.