Crowdmapping di frane di crollo sismoindotte

Utilizzo di uno smartphone per la mappatura di frane indotte dal sisma avvenuto in italia centrale nel 2016 (EIRF CM)

eirf-cm-evidenza

Descrizione

Effettuare segnalazioni di frane di crollo (in roccia) sul territorio interessato dal terremoto del centro Italia del 2016.

Utenti/Scopo

I risultati eventualmente ottenuti saranno utilizzati a fini di ricerca, con lo scopo di realizzare un inventario di eventi di crollo da correlare con gli indici di scuotimento sismico.

Metodi e tecnologie

Il progetto usa gli Open data Kit tools e si basa su metodi di crowdsourcing.
Si fa presente che questo è uno dei prodotti della collaborazione tra ricercatori del CNR IRPI (www.irpi.cnr.it) e studenti dell’istituto superiore ITTS Volta (http://www.avolta.pg.it/).

I risultati eventualmente ottenuti saranno utilizzati a fini di ricerca, con lo scopo di realizzare un inventario di eventi di crollo da correlare con gli indici di scuotimento sismico. Ringrazieremo e citeremo tutti coloro che ci forniranno aiuto nella raccolta.
Per coloro che saranno interessati a contribuire in modo rilevante, sarà possibile creare un utente specifico, in modo tale da facilitare l’identificazione del rilevatore e velocizzare la compilazione.
Per eventuali contatti e suggerimenti: Ivan Marchesini (ivan.marchesini@irpi.cnr.it), Marco Donnini (marco.donnini@irpi.cnr.it), Federica Fiorucci (federica.fiorucci@irpi.cnr.it).
Le segnalazioni dovranno essere fatte a debita distanza e in condizioni di completa sicurezza per l’osservatore. Vanno quindi evitate aree interdette, zone rosse e tutti i luoghi in cui esistano pericoli (di qualunque tipo), per l’osservatore.

AZIONI DA FARE UNA SOLA VOLTA (Per scaricare il programma e la form)
1) Andare su “Play store” e scaricare la app “GeoODK Collect”,
2) avvio della app,
3) andare su “settings”,
4) andare su “general settings”,
5) andare su “configura le impostazioni della piattaforma”,
6) su “URL” mettete “http://blackforce.irpi.cnr.it:8080/ODKAggregate”,
7) su “Nome Utente”: “esperto”,
8) su “Password”: “esperto”,
9) tornare indietro di uno step e abilitare “Invio automatico tramite Wi-Fi” e “Invio automatico tramite network”,
10) tornare indietro di uno step e andare su “form management”,
11) saranno mostrati i form disponibili sul server,
12) selezionare “frane di crollo” e poi “Scarica selezionato”,
13) se tutto è a posto una finestra comunicherà che il Download è andato a buon fine, è possibile chiudere la app.

AZIONI DA FARE PER IL RILEVAMENTO
1) Avviare la app “GeoODK Collect”,
2) click su “Collect data”,
3) scegliere “Frane di crollo”,

A questo punto la compilazione del modulo è “guidata” e dovrebbe essere semplice da fare. Solo i primi 4 elementi del form sono obbligatori (si capirà dal fatto che il modulo non consentirà di proseguire se questi non verranno compilati), gli altri sono opzionali.
Se si è collegati in rete (durante il rilevamento) i moduli completatati verranno inviati autonomamente al server. Se così non fosse si potranno inviare i moduli compilati, una volta che sia disponibile una connessione, dal menu “settings” e poi “send data”.
Per vedere se i dati vengono caricati sul server collegarsi all’indirizzo:
http://blackforce.irpi.cnr.it:8080/ODKAggregate
e loggarsi con: utente:”esperto” e password:”esperto”.
Una tabella dovrebbe mostrare i dati inseriti.

Prodotti

Inventario di eventi di cadute massi