Aerofototeca

aerofototeca-evidenza

Descrizione

L’aerofototeca di Torino conserva circa 170.000 fotografie aeree utili per la visione stereoscopica. Queste immagini appartengono a riprese aeree effettuate a partire dal 1954 fino al 2005 e coprono tutti i territori del Bacino Padano, dei bacini del Triveneto e della Liguria. Alcuni territori sono coperti anche da rare riprese aeree degli anni ’20, ’30 e ’40 del secolo scorso.
Una parte della documentazione fa riferimento ad eventi alluvionali manifestatisi su ampie aree e caratterizzati da frane, piene, esondazioni, colate detritiche torrentizie, etc. Tra questi, si ricordano le riprese aeree eseguite a seguito degli eventi del novembre 1968 (Biellese, Piemonte settentrionale), del maggio 1977 (Alessandrino, Piemonte meridionale), dell’agosto 1978 (Val Toce, Piemonte settentrionale), del novembre 1982 (Val Taro, Emilia Romagna), del luglio 1987, del settembre 1992 e 1993 (Savonese e Genovese, Liguria), del novembre 1994 (Piemonte meridionale), sino a giungere all’evento del Piemonte-Val d’Aosta dell’ottobre 2000.
Numerose ricerche di fotointerpretazione comparata sono state applicate alla valutazione di problemi d’instabilità dei versanti, della rete idrografica e in aree glaciali, fornendo nel corso di questi anni preziose informazioni tecnico-scientifiche che sono state sovente utilizzate per identificare probabili scenari di pericolosità e di rischio.

Utenti/Scopo

La fotografia aerea è uno strumento di studio importantissimo per la conoscenza del territorio; la documentazione aerea pregressa rappresenta un formidabile archivio cronologico delle modificazioni del paesaggio e dell’ambiente.
Da un uso corretto e mirato della enorme quantità di informazioni contenute in ciascun fotogramma derivano, infatti, varie possibilità di lettura, disponibili per una utenza diversificata che può acquisire il materiale fotografico in copia* o esaminarlo e studiarlo presso il servizio con l’assistenza di personale specializzato.
* Per riprese di proprietà CNR.