Natura Pericolosa

comunicato-stampa-50x50

L’acqua disfa li monti e riempie le valli e vorrebbe ridurre la Terra in perfetta sfericità, s’ella potesse (Leonardo Da Vinci) Concorso nazionale per immagini e filmati inediti bandito dal Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica (CNR-IRPI)

In occasione delle celebrazioni per gli 80 anni del CNR, l’Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica bandisce Natura pericolosa un concorso per immagini e filmati originali riferiti ad eventi di instabilità naturale. Tema del concorso Natura pericolosa: chi è stato spettatore di un evento calamitoso naturale, quale un’alluvione, una frana, una valanga, porta indelebile dentro di sé il ricordo dell’attonito sgomento che il manifestarsi improvviso e violento della dinamica naturale suscita in noi. L’uomo infatti, che ha da sempre mostrato grande spirito di adattamento alla lenta, fisiologica trasformazione del territorio nel tempo, stenta ad accettare che talora l’evoluzione del paesaggio avvenga in modo brusco, attraverso eventi parossistici che vengono definiti “catastrofi naturali” quando stravolgono le consuetudini di occupazione e utilizzo del territorio. Le immagini rappresentano il mezzo più efficace per testimoniare la potenza sconcertante che in tali occasioni la natura libera, e costituiscono al contempo un prezioso strumento di documentazione ed approfondimento per chi si occupa dello studio di tali eventi naturali per la tutela del territorio e dei suoi abitanti. Il concorso si propone dunque di richiamare l’attenzione sull’importanza di raccogliere, conservare e diffondere la memoria di momenti tanto cruciali per il territorio e per l’uomo che lo abita.
I partecipanti potranno presentare filmati e immagini (fotografie e cartoline) di eventi di instabilità naturale: particolare valore verrà attribuito alle riprese realizzate in corso di evento. Le immagini potranno altresì riferirsi alle tracce indirette di eventi tramandate con tacche di piena, cippi, targhe, ex-voto.
Modalità di partecipazione Il concorso è diviso in due sezioni: – Sezione immagini – Sezione filmati I film e le immagini dovranno essere in originale o in copia di buona qualità e potranno essere forniti su pellicole o nastri video, carta fotografica, in diapositiva o in formato digitale; su richiesta il materiale inviato sarà restituito. Le immagini e i filmati potranno essere accompagnati da un commento scritto. Il materiale concorsuale deve essere inviato a mezzo di lettera raccomandata a: Concorso Natura pericolosa c/o CNR-Istituto di Ricerca per la Protezione
Idrogeologica, Strada delle Cacce 73, 10135 Torino, c.a. Marta Chiarle oppure, se in formato digitale, potranno essere direttamente inviate al seguente indirizzo di posta elettronica che darà conferma dell’avvenuto ricevimento: m.chiarle (at) irpi.to.cnr.it
entro e non oltre il 15 Maggio 2004 (farà fede il timbro di spedizione). Sono ammesse al concorso unicamente le immagini accompagnate da: – nome e cognome, indirizzo completo, eventuale indirizzo e-mail, numero di telefono del partecipante al concorso; – indicazione della località completa, della data, e possibilmente dell’ora di ripresa; – autorizzazione al trattamento dei dati personali secondo la formula: il partecipante al concorso acconsente esplicitamente alla comunicazione e diffusione dei propri dati personali da parte del CNR per i fini cui la presente istanza è diretta (art 20, legge 675/96); – autorizzazione alla riproduzione e pubblicazione delle proprie immagini a cura del CNR-IRPI.
Selezioni Le selezioni verranno effettuate entro il 30 maggio 2004. I nomi dei vincitori verranno pubblicati sui siti del Consiglio Nazionale delle Ricerche, dell’Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica, sede centrale e sezioni periferiche.
Vincitori Verrà individuato un vincitore per la “sezione filmati” ed uno per la “sezione immagini”, a ciascuno dei quali verrà corrisposto un premio di 250 €. Oltre ai premi ai vincitori, sarà effettuata una selezione delle immagini e dei filmati più significativi tra quelli in concorso, che verranno pubblicati su un giornale a diffusione nazionale, sulla rivista ufficiale del CNR “Ricerca & Futuro” e sulla rivista “Innovazione e Ricerca”. Potranno inoltre essere inseriti in un video in corso di progettazione da parte del CNR-IRPI che avrà larga diffusione.
Giuria La giuria sarà composta da: Lucio Ubertini (direttore del CNR-IRPI, presidente della giuria), Giorgio Lollino (ricercatore), Marta Chiarle (ricercatrice), Fabio Luino (responsabile dell’archivio fotografico della sezione di Torino), Janusz Wasowski (ricercatore), Carlo Fastelli (segretario del Gruppo Nazionale Difesa Catastrofi Idrogeologiche del CNR), Teodoro Mercuri (responsabile del reparto di cinematografia scientifica della sezione di Cosenza).
Per informazioni Segreteria del concorso Natura pericolosa, CNR-IRPI Sezione di Torino, tel. 011/3977261-3977257; email: m.chiarle (at) irpi.to.cnr.it.
Il bando di concorso può essere scaricato dai siti del Consiglio Nazionale delle Ricerche (www.cnr.it), del CNR-IRPI sede centrale e sezione di Torino (www.irpi.cnr.it; www.irpi.to.cnr.it).

08/03/2004

Fonte www.cnr.it