In Italia la sede ONU per il problema idrico?

comunicato-stampa-50x50

Della concreta possibilità si discuterà durante il convegno organizzato per domani dall’Irpi-Cnr a Deruta (Pg). Tema dell’incontro, l’obiettivo di debellare entro il prossimo decennio l’emergenza idrica planetaria
Risolvere entro dieci anni il problema dell’acqua, ormai divenuto la principale emergenza ambientale del pianeta Terra. Questo l’ambizioso obiettivo dell’Unesco, che potrebbe insediare proprio in Italia il primo centro di categoria 1 come riferimento mondiale del World Water Assessment Programme. La possibilità di una collaborazione in tal senso tra Unesco e Governo italiano verrà discussa nell’ambito del seminario “2005-2015 United Nations Decade for Action, Water for Life”, organizzato dall’Istituto di ricerca per la protezione idrogelogica del Consiglio nazionale delle ricerche insieme con la Scuola di alta specializzazione e centro studi per la manutenzione e conservazione dei centri storici in territori instabili.
Dai 2 ai 7 miliardi di persone soffriranno il problema della sete entro il 2050. Quasi mezzo miliardo di persone colpite da problemi di fabbisogno idrico nella sola Africa entro il 2025. Queste, secondo alcune proiezioni, le cifre di un dramma che potrebbe toccare un terzo delle terre emerse. Alla giornata di studi organizzata dall’Irpi-Cnr presso il Castello di Casalina di Deruta (Pg) nella giornata di domani, 2 settembre (dalle ore 9,30) interverrà tra gli altri Andras Szollosi Nagi, assistente del direttore generale dell’Unesco per le Scienze naturali e responsabile della divisione delle Scienze dell’acqua presso lo stesso istituto, che ha il suo braccio operativo nel World Water Assessment Programme. Il Wwap, che coordina l’attività di 24 agenzie delle Nazioni unite sul problema delle risorse idriche e del quale è membro come presidente del Comitato finanze il direttore dell’Irpi, prof. Lucio Ubertini, potrebbe avere la sua sede autonoma proprio presso il nostro Paese.
Al seminario parteciperanno autorità del Cnr, dei ministeri dell’Istruzione e degli Esteri, della Regione Umbria, il capo di gabinetto del dicastero dell’Ambiente, Paolo Togni, e il sen. Franco Asciutti, presidente della commissione Istruzione del Senato.

Roma, 1 settembre 2005

La scheda
Chi: prof. Lucio Ubertini, direttore dell’Irpi-Cnr, 075/5014411
Che cosa: seminario Water for Life
Dove: Castello di Casalina di Deruta (Pg), 2 settembre 2005, dalle ore 9,30

01/09/2005

Fonte www.cnr.it