CNR-IRPI: vittime frane e alluvioni in Calabria

comunicato-stampa-200x200

05/10/2018

In relazione all’attuale situazione meteorologica nel Sud Italia, lo storico di frane e inondazioni avvenute in Calabria che hanno provocato danni alla popolazione (1860-2017), curato dall’Istituto di ricerca per la protezione idrogeologica del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Irpi).

Dal 1860 al 2017 in Calabria si sono registrati 284 tra morti e dispersi a causa delle inondazioni e 238 tra morti e dispersi a causa di movimenti franosi. Come emerge dalla mappa gli eventi hanno interessato porzioni diverse del territorio regionale, con un visibile raggruppamento nella parte meridionale in corrispondenza delle province di Reggio Calabria e Vibo Valentia.

media-alluvione-calabria-05otto2018

Tra gli eventi recenti con un forte impatto sulla popolazione si ricordano:

– l’alluvione di Soverato del 10 settembre 2000 con 13 morti;

– ’alluvione di Crotone del 14 ottobre 1996 con 6 morti;

– l’alluvione dell’ottobre 1953 con più di 100 morti in almeno 10 diverse località del territorio regionale;

– le frane del 1951 che causarono oltre 60 morti in 11 diverse località del territorio regionale.

Dal 2001 al 2017 in Calabria le inondazioni e le frane hanno causato 14 morti (7 per inondazione, 7 per frana), 61 feriti e oltre 4500 sfollati e senzatetto.

Per informazioni:
Fausto Guzzetti
direttore Irpi-Cnr
fausto.guzzetti@irpi.cnr.it

Fonte www.cnr.it