Identificazione preliminare di aree a rischio di colate detritiche in Trentino

Trento_pericolosità-1-201114-

Background

La valutazione della pericolosità causata dalle colate detritiche è un tema di grande rilevanza nel quadro della gestione dei bacini alpini. Metodi basati sull’analisi delle caratteristiche morfometriche dei bacini idrografici e delle aste torrentizie possono contribuire ad una caratterizzazione preliminare della pericolosità da colata detritica a scala regionale.

Scopo

Il progetto ha avuto come obiettivo la caratterizzazione di aste torrentizie e conoidi alluvionali in relazione alla possibilità di innesco, propagazione ed arresto di colate detritiche.

Metodi

Lo studio è stato condotto mediante lo sviluppo e l’applicazione di procedure, in ambiente GIS, per l’individuazione dei possibili punti di innesco e delle distanze di arresto delle colate detritiche. I risultati sono stati controllati mediante osservazioni di terreno.

Risultati

L’analisi in ambiente GIS di semplici variabili morfometriche, quali pendenza locale ed area contribuente, ha permesso di sviluppare una procedura per caratterizzare il controllo delle condizioni topografiche sull’accadimento e la propagazione delle colate detritiche nella regione oggetto di studio. Controlli condotti in aree campione hanno dimostrato l’affidabilità della metodologia sviluppata.

Prodotti

I principali prodotti del progetto comprendono lo sviluppo di una procedura semiautomatica su base GIS e la preparazione di livelli informativi sulla suscettibilità all’innesco ed alla propagazione delle colate detritiche nella rete idrografica dei bacini montani della Provincia di Trento. Relazioni tecniche illustrano la procedura sviluppata ed i risultati ottenuti.

Conclusioni

La procedura sviluppata ed applicata in questa ricerca si è rivelata idonea per una caratterizzazione preliminare delle aree potenzialmente interessate da colata detritica ed è stata utilizzata dagli uffici della Provincia Autonoma di Trento come strumento di pianificazione territoriale e per orientare studi di dettaglio in aree di particolare interesse.