ARchivio storico di COsenza

(ARCO)

arco-evidenza

Descrizione

ARCO è l’ARchivio storico di COsenza, un archivio sui fenomeni di dissesto geo-idrologico verificatisi in Calabria fra la metà dell’800 ed il 1990. ARCO è costituito da 506 faldoni. 45 faldoni contengono progetti di opere di bonifica e sistemazione dei bacini idrografici realizzati dalla Cassa per il Mezzogiorno e richieste di risarcimento di danni sismici. 461 faldoni, organizzati per comune, contengono richieste di risarcimento di danni alluvionali, comunicazioni tra privati cittadini ed enti pubblici (Genio Civile, Provincia, Regione, Cassa per il Mezzogiorno, Provveditorato alle Opere Pubbliche), interventi di consolidamento degli abitati a spese dello Stato, relazioni geologiche e di sopralluogo. I documenti originali provengono dagli Archivi dell’ex Genio Civile di Cosenza (1910-1980) e della Regione Calabria (Ministero LLPP Ufficio di Catanzaro, Settore 32) (1960-1990). Sono inoltre presenti copie integrali o parziali dei seguenti fondi archivistici: Genio Civile di Cosenza, Sezione Danni Alluvionali (1891-1977), Corpo degli Ingegneri di Acque e Strade (1808-1866), Intendenza di Calabria Citeriore (1915-1862), Prefettura di Cosenza (1861-1979), Prefettura di Catanzaro, serie Affari Speciali dei Comuni (1861-1959). ARCO custodisce prevalentemente documenti, ma numerosi faldoni si arricchiscono di foto, carte geologiche, schizzi di sopralluogo ed elaborati di progetto.

Utenti/Scopo

ARCO è una struttura accessibile al pubblico, previa richiesta e con l’assistenza di personale IRPI. Il personale che gestisce la struttura è in grado di ricostruire a scala locale, comunale, o regionale le serie storiche dei dissesti geo-idrologici che hanno interessato un determinato settore territoriale calabrese, effettuando ricerche storiche nella documentazione di ARCO ed integrando i dati mediante consultazione di altre fonti di informazione, quali quotidiani, letteratura storica e scientifica. I possibili utenti dell’archivio sono ricercatori, tecnici, liberi professionisti, scolaresche e strutture museali interessate all’organizzazione di mostre documentali.

Metodi e tecnologie

Il corpo documentale di ARCO è stato assemblato fra il 2000 e il 2005 e sono stati necessari due anni per organizzare i documenti per provincia, comune e in ordine cronologico. Parte dei documenti provengono da donazioni di Enti pubblici, effettuate con nullaosta della Soprintendenza Archivistica Regionale, e parte sono copia integrale o parziale di fondi custoditi presso gli Archivi di Stato calabresi. Nel 2014 è stata avviata la digitalizzazione dell’archivio finalizzata alla sua pubblicazione via WEB. Attualmente sono stati digitalizzati i documenti relativi a 28 comuni della provincia di Catanzaro, consultabili off-line presso la sede di ARCO, in Via Cavour 4-6, Rende (Cosenza).

Prodotti

Nel corso degli anni la struttura ha partecipato a numerosi progetti di ricerca ed attività di consulenza, e lo staff ha realizzato indagini storiche per conto di enti locali e nazionali quali la Regione Calabria e il Dipartimento di Protezione Civile. E’ stata ricostruita la serie storica degli eventi alluvionali calabresi dal 1980 al 2010, confluita nel database sulle piene in ambiente mediterraneo del Progetto HyMeX (Hydrological Cycle in Mediterranean Experiment). Sono stati inoltre pubblicati i risultati di indagini storiche realizzate utilizzando i dati ARCO e volte a portare alla luce i fenomeni di dissesto verificatisi in provincia di Cosenza fra la fine dell’800 e il 1960.

arco-frane-alluvioni-cosenza-900-1arco-frane-alluvioni-cosenza-1930-1950-2arco-frane-alluvioni-cosenza-1951-1960-3arco-difesa-suolo-800-mezzogiorno-4
Frane e alluvioni in provincia di Cosenza agli inizi del ‘900Frane e alluvioni in provincia di Cosenza tra il 1930 e il 1950Frane e alluvioni in provincia di Cosenza tra il 1951 e il 1960La difesa del suolo nell’Ottocento nel mezzogiorno d’Italia