News

Premio Florisa Melone 2018

news-200x200

Il premio Florisa Melone al miglior progetto di ricerca per giovani ricercatori è stato conferito oggi alla dottoressa Giulia Zuecco dell’Università di Padova per il progetto “SILVA: scambi idrici tra suolo, vegetazione e atmosfera: un’analisi comparativa in due bacini forestali italiani”, che prevede la collaborazione tra giovani ricercatori delle Università di Padova, Trento e Firenze.

Il premio, intitolato alla memoria della dottoressa Melone dell’Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica del CNR, e bandito dalla Società Idrologica Italiana, è stato consegnato durante le Giornate dell’Idrologia 2018 dai familiari della dottoressa prematuramente scomparsa nel 2012.

Alcuni scatti della giornata.

news-premio-florisa-2018-1-

news-premio-florisa-2018-3-

news-premio-florisa-2018-2-

CNR-IRPI attending IEEE I2MTC in Houston (Texas)

news-200x200
CNR – IRPI was at the IEEE International Instrumentation and Measurement Technology Conference (May 14-17, 2018) in Houston (Texas). Luca Schenato and co-workers from the Padova branch and the University of Padova, presented a memory entitled “On the use of OFDR for high-spatial resolution strain measurements in mechanical and
geotechnical engineering” at the special session devoted to Optical Fiber Sensors and their applications.

La mareggiata del 21 marzo 2018 sulla costa Tirrenica Calabrese

news-200x200

A partire dal 20 marzo, la Calabria è stata interessata da un’ondata di maltempo, con venti fino ad oltre 70 chilometri orari e mareggiate sul litorale Tirrenico con onde alte fino a 6 o 7 metri. Dalle prime stime diffuse dalla stampa, lungo la costa Tirrenica Cosentina e Catanzarese, i danni alle imprese turistiche e commerciali ammonterebbero ad alcuni milioni di euro. Nella fascia tirrenica fra Lamezia Terme e Campora San Giovanni, la Coldiretti Calabria ha stimato danni all’agricoltura per circa 5 milioni di euro, specialmente a carico delle coltivazioni di ortaggi e della Cipolla rossa di Tropea IGP.
La prima parte del report presenta una selezione di notizie riguardanti la mareggiata tratte dalla stampa e da siti web. Nella seconda parte, sono raccolte le risultanze di sopralluoghi effettuati da personale dell’IRPI di Cosenza nelle aree maggiormente colpite.

Il report è consultabile al seguente link »

Autori: Angela Aurora Pasqua, Claudia Bruno, Salvatore Guardia, Enzo Valente, Olga Petrucci

news-report-mareggiata-21mar2018-irpi-cosenza

Marco Cavalli all’UACh – Valdivia (Cile)

news-200x200

Dal 17 al 27 aprile 2018, Marco Cavalli, ricercatore IRPI, è stato ospite presso l’Universidad Austral de Chile (UACh), con cui IRPI ha sottoscritto un MoU, nell’ambito del progetto bilaterale Italia-Cile CONICYT/ITAL170004 “Volcanic eruption vs. human impact: a comparative analysis between natural and artificial morphological changes along gravel bed rivers in Chile and Italy. Learning from different impacts to better manage the affected riverine environments”.

Il progetto, finanziato dal Ministero degli Affari Esteri e dalla National Commision for Scientific and Technological Research of Chile (CONICYT), intende studiare le variazioni morfologiche dei corsi d’acqua in bacini interessati da eruzioni vulcaniche ed impatti antropici per una miglior comprensione dei processi di trasporto del sedimento ed una migliore gestione del rischio ad essi associato.

L’attività, svolta in collaborazione con il Prof. Andrés Iroumé della Facoltà di Scienze Forestali e Risorse Naturali (UACh), il Prof. Bruno Mazzorana della Facoltà di Scienze (UACh) e il Dr. Lorenzo Picco dell’Università di Padova, è consistita nello svolgimento di visite di terreno in bacini cileni interessati da eruzioni vulcaniche e oggetto di monitoraggio e di riunioni finalizzate alla pianificazione di linee di ricerca congiunte per studio della dinamica del sedimento mediante l’applicazione di tecniche geomorfometriche.

Nel corso della visita, Marco Cavalli ha tenuto un seminario nel corso post laurea in Geomorfologia Fluvial Avanzada – CITI308 – curriculum di “Magister en Ciencias – Mencion Recursos Hidricos”.

Un articolo contenente un’intervista a Marco Cavalli è stato pubblicato sul sito della UACh ed è consultabile al link: http://noticias.uach.cl/principal.php?pag=noticia-externo&cod=115594.

L’IRPI a Foligno alla Festa della Scienza e Filosofia

news-200x200

In occasione dell’ VIII Festa della Scienza e Filosofia, che si sta tenendo a Foligno, nella giornata di domani – sabato 28 aprile – alcuni rappresentanti dell’Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica saranno presenti presso lo stand del CNR, sito nel chiostro di Palazzo Trinci.

 

news-climate-change-infographic

Articolo IRPI tra i 100 articoli più letti di Scienze della Terra apparsi su Scientific Reports nel 2017

news-200x200

L’articolo ‘Distributed optical fibre sensing for early detection of shallow landslides triggering’ pubblicato da Luca Schenato e Alessandro Pasuto della sede IRPI di Padova e da collaboratori dell’Università di Padova, è stato selezionato tra i 100 articoli di Scientific Reports più letti nella categoria “Earth sciences” del 2017.

Come specificato nella comunicazione ricevuta Scientific Reports ha pubblicato più di 1500 articoli di Scienze della Terra nel 2017, quindi una posizione tra i 100 articoli più letti è un risultato straordinario in termine di valore reale per la comunità di ricerca.

link1: https://www.nature.com/articles/s41598-017-12610-1 (collegamento all’articolo)

link2: https://www.nature.com/collections/zqnrvjdvqw (collegamento alla lista Top 100)

 

news-schenato-top100

IGCP Project 639 “Sea Level Change from Minutes to Millennia”

news-200x200

The 3rd Annual Meeting of IGCP 639 will be heald on 16-23 September 2018. The meeting comprises two days of scientific communications in Taranto and four days field trip crossing Southern Italy from the Ionian to Tyrrhenian sea and Sicily, visiting some interesting sites relating sea level changhes in the last millennia. The topics of the meeting include the impact of sea level changes on the coastal geomorphological systems.

Il prof. Laronne tra un mese sarà ospite all’IRPI

news-200x200

Martedì 3 aprile p.v., Jonathan B. Laronne, professore emerito del Department of Geography and Environmental Development della Ben-Gurion University of the Negev, in Israele, sarà in visita al nostro Istituto.

Il prof. Laronne terrà una presentazione dal titolo “Automatic and continuous monitoring of bedload in gravel bed streams”.

La presentazione si terrà dalle 11:00 alle 12:00, nell’aula dei seminari dell’Istituto, in via della Madonna Alta 126.

Per avere maggiori informazioni, scrivete a f.guzzetti@irpi.cnr.it

Tre nuovi ingressi nel gruppo di geomorfologia all’IRPI di Perugia

news-200x200

Nella giornata di ieri hanno preso servizio presso il nostro Istituto 2 borsiste Margherita Agostini e Margherita Rocchetti, e un assegnista Giuseppe Esposito. Lavoreranno per un periodo di tempo ai progetti SAPERE – Space Advanced Project for Excellence in Research and Enterprise – e STRESS – Strategies, Tools and new data for REsilient Smart Societies” – finanziato dalla Fondazione CARIPLO, per la tematica “Definizione e implementazione di una procedura, basata sulla raccolta e processamento di immagini satellitari, finalizzata alla individuazione di frane di evento e all’aggiornamento di inventari
di frana”. Notevole è l’impegno di tutto il personale IRPI nella partecipazione a progetti nazionali ed internazionali volti anche a promuovere nuove possibilità lavorative e formative.

 

 

L’IRPI partecipa all’Accordo di Cooperazione Scientifica CNR/UoM (Malta)

news-200x200

L’IRPI è in uno dei 4 Progetti di Ricerca finanziati nell’ambito dell’Accordo di Cooperazione Scientifica tra CNR e Università di Malta (UoM) per il biennio 2018-2019. Il Progetto ha come titolo “From population risk perception to social vulnerability in coastal areas subject to climate change: a proposal for risk management strategies in two Mediterranean regions”. Loredana Antronico, ricercatrice della sede secondaria di Cosenza dell’IRPI (antronico@irpi.cnr.it), è il referente scientifico del Progetto per la parte italiana.

Gli obiettivi principali del progetto sono: i) individuazione della percezione, consapevolezza e preparazione della popolazione, tramite l’utilizzo di un questionario on-line, riguardo gli effetti che i cambiamenti climatici hanno sull’ambiente ed in particolare sulle  aree costiere; ii) proposta di un Indice di Vulnerabilità Sociale, da calcolarsi con i risultati dell’indagine, che possa essere applicato come fattore di aumento o diminuzione dell’esposizione e della vulnerabilità della popolazione presente  nelle zone costiere; iii) fornire strumenti utili alle autorità locali ed a chi si occupa di pianificazione territoriale e di previsione, prevenzione e gestione del rischio.