News

L’opuscolo “Che fare? Cosa fare (e non fare) prima durante e dopo un’alluvione” è da oggi disponibile per la consultazione e il download.

news-200x200

Presentato in occasione dell’evento “Le vie dell’acqua”, che si è tenuto dal 5 al 9 dicembre 2018 presso il ‘Convention Center La Nuvola’ di Roma nell’ambito di “Più libri più liberi”, l’opuscolo è stato realizzato allo scopo di sensibilizzare la popolazione sulle tematiche del rischio geo-idrologico del nostro paese e offre validi suggerimenti, utili per affrontare e superare le varie situazioni e criticità che possono presentarsi prima, durante e dopo gli eventi alluvionali.

Nella sezione ‘cosa facciamo’/’promozione’/’informazioni’ del nostro sito è possibile consultare tutto il materiale divulgativo rivolto alla popolazione a scopo anche ‘didattico’. A questo link è possibile effettuare il download dell’opuscolo, che riportiamo anche di seguito.

  • 1
  • 2-3
  • 4-5
  • 6-7
  • 8-9
  • 10-11
  • 12-13
  • 14-15
  • 16

IRPI al 2018 ICL-IPL Conference in Kyoto, Japan

news-200x200

Dal 1 al 4 dicembre 2018, Fausto Guzzetti ha partecipato alla 2018 ICL-IPL Conference, tenutasi a Kyoto, in Giappone. Durante la conferenza è stato lanciato il network regionale italiano dell’International Consortium of Landslides (ICL). Della rete nazionale fanno parte, oltre al nostro Istituto, l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (ISPRA) e le Università di Firenze, Roma la Sapienza e della Calabria. Altre Università hanno avviato il percorso di adesione alla rete nazionale.

news-Italian-Landslide-Network-Kyoto-4dic2018
I partecipanti italiani alla 2018 ICL-IPL Conference, a Kyoto, in Giappone.

Il gruppo di Idrologia dell’IRPI-CNR ha vinto il “BayWa Smart Farming Challenge” alla competizione internazionale “Copernicus Master”

news-200x200

Il 3 Dicembre 2018, in occasione della competizione internazionale “Copernicus Master”, il gruppo di Idrologia dell’IRPI-CNR è stato premiato nel “BayWa Smart Farming Challenge” con un lavoro riguardante la stima dell’irrigazione dallo spazio. Alla cerimonia hanno preso parte Luca Brocca e Paolo Filippucci in rappresentanza del gruppo. Con questo lavoro il gruppo di Idrologia potrà sviluppare il metodo su aree vaste per aiutare quindi le persone a risparmiare e ottimizzare l’uso dell’acqua per l’agricoltura e altri settori. Nel prossimo futuro, ma nache oggi, è assolutamento necessario utilizzare in modo sostenibile le risorse idriche del nostro pianeta.

 

news-copernicus-2018-brocca-premiazione-1-

news-copernicus-2018-brocca-premiazione-2-

Collaborazione ETH Zurich – CNR IRPI Bari

news-200x200

Considerato l’interessante potenziale del lavoro svolto durante la Short Term Mobility CNR 2018 avente come oggetto lo  sviluppo di modelli numerici per l’analisi della fase di run-out delle frane sottomarine, Nunzio Luciano Fazio (Assegnista di ricerca del CNR-IRPI di Bari) è stato invitato come Visiting Scientist all’ ETH di Zurigo per un ulteriore periodo di un mese per continuare questa collaborazione. L’obiettivo è stato quello di studiare gli effetti delle condizioni di innesco sul run-out delle frane sottomarine. Questo tema di ricerca nasce dall’esigenza di definire tecniche numeriche adeguate per valutare le condizioni di stabilità dei versanti sottomarini e valutarne il rischio associato.

L’IRPI al ’13th US-Italy Joint Commission Meeting’

news-200x200

Si è svolto ieri, giovedì 6 dicembre, presso l’ambasciata di Washington, il 13th US-Italy Joint Commission Meeting in Science and Technology Cooperation. L’IRPI CNR è stato presente grazie alla partecipazione dei suoi ricercatori Massimiliano Alvioli e Paola Reichenbach. Per maggiori dettagli sulla giornata è possibile consultare il seguente link.

Foto di gruppo dei partecipanti al meeting.

news-13-us-italy-joint-commission-meeting-2018-small

Il LIDAR aerotrasportato CNR IRPI ha ottenuto la certificazione EASA MINOR

news-200x200

Il nostro Istituto ha recentemente ottenuto la LoA (Letter of Autorization and Arrangement) per l’installazione certificata, secondo la normativa EASA (European Aviation Safety Agency), della propria strumentazione di rilevamento laser e aerofotogrammetrico su 15 elicotteri EUROCOPTER AS350 B1, B2 e B3.

L’iter di certificazione, definito secondo lo standard MINOR CHANGE, ha comportato l’esecuzione di svariati test EMI (ElectroMagnetic Interference) sull’avionica di bordo; la definizione / redazione di un Flight Manual Supplement, di un Installation Service Bulletin e della procedura di gestione della strumentazione durante le fasi di rilevamento.

news-lidar-2018-baldo-1-small

Figura 1: Display FMS (Flight Management System) e LMS (Lidar Management System) installati su AS350 B2.

news-lidar-2018-baldo-2-small

Figura 2: POD certificato installato su EUROCOPTER AS350B2

 

Per informazioni: Marco Baldo (marco.baldo@irpi.cnr.it)

L’IRPI CNR a “Le vie dell’acqua”

news-200x200

Durante l’evento – che si terrà a Roma dal 5 al 9 dicembre presso il ‘Convention Center La Nuvola’ – ideato e promosso dal Consiglio Nazionale delle Ricerche, vari ricercatori del CNR stesso si alterneranno nella presentazione di varie tematiche inerenti l’argomento ‘acqua’. Incontri e laboratori ai quali alcuni dipendenti dell’IRPI CNR di Perugia hanno preso parte da questa mattina: la dott.ssa Paola Salvati (in foto) ha aperto alle ore 11 la sessione divulgativa con un incontro dal titolo “Il fiume: opportunità o minaccia?” che sarà ripetuto nella giornata odierna. L’esperienza dell’IRPI nell’affrontare argomenti connessi alla prevenzione del rischio idrogeologico, permetterà ai partecipanti di acquisire maggiore consapevolezza su come comportarsi in caso di pericoli connessi a frane e inondazioni. Maggiori informazioni sull’evento possono essere reperite a questo link.
news-le-vie-dell-acqua-2018-roma

UAV FIXED WING CNR-IRPI-GMG-T1: ora equipaggiato con FPV (First Person View) 4G e autonomia superiore a 70 minuti di volo

news-200x200

Il drone ad ala fissa interamente progettato e realizzato dal gruppo GMG (http://gmg.irpi.cnr.it) del CNR IRPI, identificativo ENAC CNR-IRPI-GMG-T1, è stato recentemente equipaggiato con videocamera HD e trasmissione video / telemetrica di tempo reale via protocollo TCP/IP.
L’obiettivo del progetto è quello di trasmettere FPV e telemetria in tempo reale durante le varie fasi di volo.
Poichè lo spazio percorso può essere pari a svariati chilometri, si è reso necessario installare a bordo del drone uno smart device low cost dotato di una SIM dati 3G/4G che permetta l’invio delle informazioni tramite connessione Internet.
La configurazione scelta, totalmente free e open source, prestando particolare attenzione all’impatto di peso e assorbimenti, è basata su Raspberry Pi che invia informazioni ad uno o più endpoint che possono essere contattati da applicazioni di gestione e monitoraggio del volo (Ground Control Station).
Il volo è quindi gestibile e monitorabile sia in modo tradizionale (mediante Ground Control Station), sia in streaming video con telemetria in sovraimpressione (come accade per i classici HUD – Head-Up Display - utilizzati in aviazione).
In aggiunta, è possibile accedere al Raspberry Pi tramite un tunnel SSH per modificare i settaggi di acquisizione mentre il drone è in volo.
Lo streaming video risulta quindi visionabile da qualsiasi postazione remota dotata di connessione internet.

Alcuni dati tecnici relativi al SAPR CNR-IRPI-GMG-T1:
Body: V-tail high wing
Wingspan: 2000mm
TOW (Takeoff Weight): from 2500g to 4700g
Takeoff: hand launch
Landing: autoland
Motor: brushless 700 – 1200KV
Flight autonomy: 30 – 74 minutes (payload depending)
Payload: RGB Camera, FPV LTE realtime streaming; Multispectral Camera; actionCAM camera

news-cnr-irpi-gmg-t1-baldo-1-small

Figura 1: Schema architettura hadrware/software di streaming video / telemetrico.

news-cnr-irpi-gmg-t1-baldo-2-small

Figura 2: Postazione di controllo e particolare drone.

Per maggiori informazioni:
marco.baldo@irpi.cnr.it
diego.guenzi@irpi.cnr.it

A Pechino premiata Giulia Bossi

news-200x200

Giulia Bossi, assegnista IRPI della sede di Padova, ha ricevuto il premio per “Young Oral-report Award for excellent presentation” al 2018 International Debris-Flow Workshop & Symposium on Silk Roads Disaster Mitigation, svoltosi a Pechino (Repubblica Popolare Cinese) il 5-6 novembre 2018. Il contributo presentava l’applicazione di una tecnica di ‘machine learning’ per caratterizzare gli spostamenti di una grande frana attraverso una procedura automatica; titolo contributo: “Agglomerative hierarchical cluster analysis to control and characterize the displacements of the source area of a large debris flow”

Master in strategie di sviluppo e rigenerazione post eventi catastrofici

news-200x200

L’Università di Camerino in collaborazione con Symbola – movimento culturale originale che mette in rete soggetti diversi fra loro – promuovono un bando per il Master Universitario di II Livello “AREE INTERNE – Strategie di sviluppo e rigenerazione post eventi catastrofici”. Il master si svolgerà nel corso dell’anno accademico 2018/2019, presso le sedi organizzate di Camerino e Ascoli Piceno per quanto concerne la didattica frontale. Sarà previsto uno stage da svolgersi presso enti pubblici o privati con competenze di gestione del territorio. Il termine della presentazione della domanda è il 20 dicembre 2018.

Maggiori informazioni »